Il matrimonio religioso: info utili

Il matrimonio religioso: info utili

Il matrimonio religioso: info utili

Se il vostro sarà un matrimonio con rito religioso è probabile che alcuni dubbi comincino poco a poco ad affiorare nella vostra testa, e io sono qui per aiutarvi a chiarirvi le idee!

 

Made Wedding & Event

Photo Carla Penoncelli

Varietà di matrimoni religiosi

I matrimoni religiosi con effetti riconosciuti civilmente sono quelli per cui i ministri di culto della confessione religiosa hanno stipulato un accordo con lo Stato italiano.
Attualmente vengono riconosciuti i matrimoni celebrati dalle seguenti confessioni religiose:

  • Chiesa cattolica
  • Tavola valdese
  • Chiesa cristiana avventista del settimo giorno
  • Unione delle comunità ebraiche italiane
  • Assemblee di Dio in Italia
  • Unione battista
  • Chiesa evangelica luterana in Italia

Il ministro di culto delle relative confessioni celebrerà il rito, secondo quanto previsto rispettivamente dalle proprie regole, dopo aver ottenuto l’autorizzazione dall’ufficiale di Stato Civile, al quale verrà successivamente trasmesso l’atto di matrimonio per la trascrizione nei relativi registri.

Il matrimonio concordatario

I matrimoni religiosi con effetti civili sono definiti matrimoni concordatari, unioni canoniche trascritte, alle quali vengono riconosciuti effetti civili.
Sia la forma civile che quella concordataria conferiranno ai coniugi uguali diritti e doveri.
Durante la cerimonia religiosa è prevista la lettura degli articoli del Codice Civile relativi al matrimonio, e il matrimonio così celebrato verrà trascritto nei registri dello Stato Civile.
Nel caso di mancata trascrizione, il matrimonio avrà unicamente valore religioso.

Cosa bisogna fare

Gli sposi dovranno rivolgersi a una delle parrocchie di appartenenza. Se decideranno di sposarsi in un’altra parrocchia dovranno richiedere il nulla osta alle loro parrocchie di appartenenza. Verrà richiesto loro di frequentare un corso di preparazione al matrimonio, al termine del quale riceveranno un attestato di frequenza, che andrà unito alla certificazione necessaria alla celebrazione.
Gli altri documenti obbligatori sono:

  • il certificato di battesimo
  • il certificato di cresima
  • le pubblicazioni religiose, che verranno affisse nel luogo della celebrazione a partire dagli otto giorni precedenti il matrimonio.

Quando non si può celebrare il rito religioso

Esistono alcune restrizioni: non potranno essere celebrati matrimoni durante la Quaresima e l’Avvento, solo eccezionalmente potranno essere concesse delle deroghe.

Lo svolgimento della cerimonia

Il rito viene officiato dal parroco. Le fasi principali della messa nuziale sono:

  • rinnovo della promessa battesimale;
  • liturgia del matrimonio;
  • benedizione e consegna degli anelli;
  • benedizione degli sposi;
  • firma dei registri da parte di sposi e testimoni.

Il numero legalmente necessario è di due testimoni, ma la tradizione consente la scelta di quattro testimoni.

Spero di esserti stata utile, a presto!
Martina

By | 2018-06-11T10:38:26+02:00 Gennaio 31st, 2018|La cerimonia, Matrimonio religioso|0 Comments

Leave A Comment